PRODUZIONE ARTIGIANALE ITALIANA - SPEDIZIONI GRATUITE IN TUTTA ITALIA CON UN'ACQUISTO SOPRA I 50€
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Perché utilizzare la rosa canina nei nostri saponi?

13/11/2018

La rosa canina è una rosa selvatica che si presenta normalmente sotto forma di arbusto molto spinoso, alto fino a 3 metri, con foglie piccole, rallegrato nell’aspetto dai caratteristici fiori bianco-rosati, raggruppati a 2-3, che fioriscono da maggio fino a giugno fino alla comparsa dei frutti.

Si tratta di bacche dalle forma ovoidale, glabre e di colore giallo, che pendono da peduncoli di 20 mm, e sono chiamate ‘cinorroidi’.

Questa pianta è diffusa in tutte le zone temperate del mondo, predilige le zone di campagna e di collina fino ai 1500 metri di altezza e ben si adatta a qualsiasi tipo di habitat, purché goda di tanto sole e terreni ricchi di azoto.

 

Le sue bacche sono ricchissime di vitamina C presente in quantità decisamente superiori a quelle riscontrabili nei più noti agrumi, come arance e limoni che le conferiscono una qualità tonificante e rigenerante.

 

Il nominativo, ‘canina’ si deve a Plinio il Vecchio che narra di un soldato guarito dalla rabbia contratta dal morso di un cane proprio grazie a un decotto delle radici della pianta. Ciò dimostra che fin dall’antichità le virtù della rosa canina erano ben note, tanto che nel Medioevo veniva utilizzata come rimedio “miracoloso” per il raffreddore.

Un importante utilizzo di questa pianta si è riscontrato, invece, durante la Seconda Guerra Mondiale quando, in particolare modo le bacche, erano utilizzate come soluzioni pratiche e a basso costo, in sostituzione dei farmaci tradizionali s

Sono tante le virtù riconducibili all pianta, citandone alcune un’azione tonica grazie alla presenza di tannino, proprietà antinfiammatorie ed antisettiche ed ancora antiallergica e vasoprotettrice.

Tutte le sue parti sono utilizzabili dai germogli più giovani alla polpa, dalle bacche ai petali ciascuno dei quali con un procedimento diverso può esaltare dei principi della pianta.

 

In cosmesi, come in cucina tante sono le preparazioni ottenibili attraverso questa pianta: tisane, marmellate, ma anche maschere di bellezza, oli e … i nostri saponi!

E tu … pensavi che una rosa fossa solo un simbolo d’amore?